martedì 16 maggio 2017

Organizzare eventi


Sono giorni pieni, intensi.
Di attese, delle mie amiche (quasi) tutte incinte; di decisioni importanti da prendere, da subire o da imporre. Dipende il punto di vista. Attesa del workshop a Palermo che ho organizzato con Francesca Baldassarri.
La prima attesa di cui vi scrivevo sopra mi stimola più un sentimento di tenerezza, per i cuccioli in arrivo sì, ma soprattutto per le future mamme, piene di paura che mi ricordano me più di sette anni fa, che non avevo ancora molte amiche mamme con cui confrontarmi e le paure erano alle stelle!
La seconda attesa, quella delle decisioni, beh! Quella mi scatena un po’ di paure, per l’ignoto sicuramente.
L’ultima attesa è quella più piacevole, più soddisfacente a livello personale. Spero che il workshop vada bene perché mi dia la voglia di organizzarne altri, magari a Catania, dove la logistica mi viene più semplice.
E a dirla tutta su carta ho già pronto un bel workshop di due incontri, due weekend ciascuno per il prossimo Ottobre.
Non posso nascondere che l’organizzazione di eventi sia una mia passione, ho studiato proprio a tal fine, università e master, direi che è giunta l’ora di mettere in pratica, no?
Quindi ho pensato, senza svelarvi per ora nomi e date di raccontarvi come mi sto muovendo in tal senso.
Per prima cosa ho pensato a chi poter ospitare come docenti del corso. L’idea è sempre quella di                            volgere uno sguardo all’artigianato e alle aziende in proprio. In questi anni di crisi economica sempre più si sono fortificate le professioni artigianali, e di qualità ce n’è davvero tanta, quindi perché non ricavarne denaro da cotanta abilità?
Ma ovviamente le abilità non bastano, occorrono anche le competenze, in questa era così tecnologica e così diversa dal passato fatto solo di negozi fisici. Si guarda avanti e si guarda al mondo 2.0.
Una volta scelta una rosa di nomi di docenti, ho pensato alla location. E ho pensato, ma perché pagare fior fiori di quattrini per il posto, quando io ho a casa mia una sala ampia e con vista mare?
Ci entrano  fino a 18 sedie, che si tramuteranno quindi in posti disponibili e direi che può bastare!
Vi ho dato un assaggino di ciò che sto combinando in questi giorni.
Continuate a seguirmi, così oltre a svelarvi pian piano che corsi organizzo, vi racconto anche come sto organizzando.
Nel prossimo post per esempio, vi parlerò di come ho stabilito il costo per ogni partecipante.

Adesso vi mando un abbraccio e vi auguro un buon proseguimento in tutto ciò che state facendo!

Nessun commento:

Posta un commento