mercoledì 6 novembre 2013

La casa che vorrei# 4 vintage

Eccoci al quarto appuntamento con la casa che vorrei. E come sempre la casa che vado a comporre prendendo stanze di case diverse rispecchia il mio umore. Oggi sono a casa influenzata e quello che vorrei è respirare gli odori di un tempo (respirare soprattutto), quelli confortevoli che ancora posso sentire quando vado a casa dei miei genitori o quelli che sentivo quando mia nonna era in vita e mi coccolava. Odore di quel che oggi si chiama vintage, che in molti casi oggi di necessità ne abbiamo fatto virtù. È così che il vintage torna nelle nostre case, ci lega al passato e ci proietta nel futuro.
Case in cui si può sentire ancora il calore dei fornelli, i profumi di cibi genuini (a casa mia capita molto di rado), case in cui si sente odore di libri, di bagni caldi, di coperte confortevoli in un morbido letto. Si percepisce che sono influenzata, eh? Vi lascio con le immagini di questa fantomatica casa. Spero che anche questa volta vi soddisfi. 













4 commenti:

  1. La prima stanza è fantastica: mi basterebbe quella, così ampia e ariosa!!! Anche tutte le altre sono belle, come al solito hai trovato meraviglie!!
    Buona guarigione!!

    RispondiElimina
  2. Bellissime davvero :) e complimenti per il blog

    http://quandoveg.blogspot.it/2013/11/primo-link-party-autoprodotto.html?showComment=1383744315815

    RispondiElimina
  3. Ma lo sai che ho una poltrona proprio di quella forma.... potrei farla rivestire di un bel tessuto verde!!!

    RispondiElimina