giovedì 31 ottobre 2013

La casa che vorrei #3

La casa che vorrei oggi arriva un pò in ritardo, causa malattie varie, mie e dei bambini, loro felici per non essere andati a scuola ed io soddisfatta per aver fatto un pò di cose arretrate a casa. Oggi la casa che vorrei si tinge di verde salvia. Mi sono svegliata con questo colore in testa, chissà perchè poi e oggi ve lo propongo in questa casa da me assemblata, che ve ne pare?








Amerei il bagno con queste piastrelle tornate di moda, ma non bianche, bensì verde salvia appunto. E della cucina amo molto l'assenza di pensili e poche mensole. Risalto quindi al colore.  Della camera da letto mi affascina il fatto che sembra essere posta all'esterno della casa, un bell'effetto. Quale stanza preferite?   

Buona festa a tutti!



martedì 29 ottobre 2013

DIY: una tenda di centrini

Dalla quarta alla seconda generazione. Da mia nonna a me. Attraverso mia mamma. Tanti centrini realizzati da mia nonna, conservati da mia mamma e portati in vita da me. Ho preso ispirazione da una foto di pinterest e mi si è accesa la lampadina. E così approfittando di un giorno di malattia ho realizzato la piccola  tendina. Vi piace? A me tantissimo! Ma più per il significato che per altro. Mia nonna ne sarebbe orgogliosa. Aspetto i vostri commenti.


From the fourth to the second generation. From my grandmother to me. Through my mom. Many doilies made ​​by my grandmother, my mom kept by and brought to life from me. I took inspiration from a photo of pinterest and I came on the bulb. And so taking advantage of a sick day I realized the little curtain. You like it? To me a lot! But more to the meaning than anything else. Waiting for your comments.








Rose ad ottobre



Nel mio giardino fioriscono le rose. Non è poi così strano visto che la potatura l’abbiamo fatta ad ottobre anziché a Marzo. Buon per me. Adoro prendere qualche rosa e semplicemente metterla in un bicchiere. Illumina la casa, una sola rosa.
Oggi sono a casa. Ieri era malata la piccola e oggi io. Ne ho approfittato per finire il mio progetto della tenda fatta con i centrini della nonna. È venuta bellissima! Più tardi se riesco faccio un po’ di foto e condivido con voi.

Vi auguraro una buona giornata.

venerdì 25 ottobre 2013

Magazine on line

Questi magazine on line sono meravigliosi! Ne ho visti un po’ ultimamente, ma sbadatamente non ho mai salvato l’indirizzo e ora vattelaapesca… Ne ho però due da indicarvi. 

ph.Gaia Borzicchi

Il primo è il numero zero. Nato dall’unione di  cinque donne, una di loro la seguo costantemente sul suo blog Alice adventures in Wonderland e poi c’è Nana Cea un’isolana della mia isola trapiantata a Milano che crea coperte che  averle a casa deve essere un must. La loro rivista è SeasonMag e qui potete visionare il loro numero zero. Da qui parte la loro avventura. Io le seguirò accanitamente.

Foto copertina pagina fb CasaeTrend

E poi vi segnalo anche questa rivista on line scoperta tramite facebook CASAeTrend. E' stupenda, con delle foto da togliere il fiato. Ve la straconsiglio. La rivista potete sfogliarla qui e questo è la loro pagina facebook dove potete trovare numerose ispirazioni e non per ultimo il loro sito web.

La cosa bella di questi magazine è che sono tutti sfogliabili gratuitamente e non hanno nulla da invidiare alle grandi riviste.


Per oggi è tutto. Vi auguro un sereno fine settimana. E lo auguro anche a me, ne ho bisogno. Soprattutto ho bisogno di dormire.

giovedì 24 ottobre 2013

La casa che vorrei #2

Questa è la seconda casa che vorrei. La prima la trovate qui. Anche in questo caso le immagini non fanno parte tutte della stessa casa, ma potrebbero, perchè no!
Oggi è uno di quei giorni in cui starei a casa sotto le coperte (anche se qui c'è ancora caldo, ieri qualcuno è andato a mare). E questa fantomatica casa mi consentirebbe di trovare quel calore che cerco.
La cucina con le ante rustiche in legno, le  mensole che nella realtà non metterei mai ma che mi piacciono tantissimo e queste tre lampade che forse sostituirei con tre teiere.


Il bagno così spoglio, così poetico, con questo verde meraviglioso!


La camera da letto con parte della parete in legno che rende il tutto più caldo


Questa sala poi è perfetta. Non aggiungerei niente di più. Una zuppa calda, sì.


E infine questa è la stanza che preferisco. La stanza dei giochi, con le mensoline a forma di casa come quando ero piccola, il cucinino, i birilli, la bicicletta. E non da meno la parete a rombi. Ah e il pavimento di legno bianco. Immagino me quando ero piccola con il grembiulino da piccola cuoca...che tenerezza. Devo recuperarlo tra i cassetti di mia mamma e darlo a mia figlia!(ma conoscendo mia mamma l'avrà buttato...non conserva niente quella donna!)


A presto con la prossima casa che vorrei. Come sempre immagini e fonti li potete trovare nel mio account di Pinterest. Buona giornata!

mercoledì 23 ottobre 2013

Metabolè


E dopo la giornata stressante di ieri in cui ho affrontato 3 ore di aereo, due ore di macchina, per solo un’ora e mezza di riunione, leggere un post tutto dedicato a me gratifica parecchio. Lei è Cinzia, autrice del blog Metabolè. Molto attenta agli scrittori contemporanei del nostro stivale a cui riesce sempre a strappare un’intervista… e che intervista! Scrittori e non solo, interviste e molto altro. Il suo blog ve lo consiglio vivamente.

Se siete curiosi, amanti della lettura e volete conoscere nuove chicche vi consiglio di seguirla sul suo blog o di diventare fan della sua pagina facebook
Andate a sbirciare!

lunedì 21 ottobre 2013

Concorso Ikea Blog-in e Playroom


Ebbene sì! Anche io partecipo al concorso di Ikea. Mi piace l’arredamento da sempre, anche perché figlia di mobilieri che mi hanno trasmesso questo amore. Mio nonno era ebanista ed era un vero e proprio artista. Mio padre vende cucine da trent’anni, mio zio è falegname e costruisce cucine e altri mobili da fare invidia ad Ikea stesso (non si scrivono queste cose se partecipi ad un concorso indetto da loro!).
Ricordo perfettamente il primo incontro con Ikea circa 15 anni fa, a Bologna. Mia sorella mi disse “ti porto in un posto stupendo”.  E fu subito amore, e poi odio e poi amore. E quel posto dove spesso fuggo dal lavoro per trovare calore è stata la scatola contenitrice di tante mie emozioni. Ho arredato la mia prima stanza da studentessa universitaria. Ho arredato la mia prima casa da convivente. Ho arredato la stanza del mio primo figlio. E ogni acquisto era un mix di eccitazioni e paure e Ikea mi aiutava a rendere tutto più leggero. Non stavo comprando il mobile importante per la vita che mi avrebbe spaventato da morire, ma stavo comprando un mobile o un accessorio che rendeva la mia casa bellissima, ma che avrei potuto cambiare facilmente quando mi sarei stancata. In realtà ad oggi non li ho mai cambiati. Mi accompagnano ancora. Non li sopporto più! (ehi non si dice nemmeno questo se partecipi ad un loro concorso!!!). Scherzo (un po’).  Insomma tutta questa premessa per dire che il reparto che più amo di Ikea è quello dedicato ai bambini. Finalmente ho figli e posso comprare anche io in quel reparto. E oggi vi vorrei proporre proprio delle immagini di playroom, stanze da gioco. Che possono essere anche degli angoli del soggiorno. Insomma, capisco che non tutti hanno una stanza da dedicare solo ai giochi dei bambini. 
A casa mia non ho una playroom. La mia casa lo è, tutta. I loro giochi hanno invaso ogni angolo della casa, per ora va bene così!
Vi propongo il divertente video di Ikea che vede protagonisti i giocattoli che si mettono in ordine da soli...e poi una serie di immagini scovate sulla rete e che potete trovare nella mia board di Pinterest.

Ah! E se mettete un mi piace a questa brutta foto mi fate molto felici!

             









Ciao!



giovedì 17 ottobre 2013

Il tempo delle olive

Domenica scorsa siamo stati a raccogliere le olive nella campagna di mio nonno, eravamo 8, tra cui due bambini (i miei figli) io che dovevo badare ai bambini, mia mamma e mia zia che più che raccogliere olive raccontavano storie di paese. Uno zio che aveva di continuo crampi e poi un altro zio un pò pigro e mio padre che giovincello non è più. Insomma, siamo riusciti a raccogliere solo 120 kg di olive, però è stata una bella giornata. Tornare in quel posto mi fa rivivere bei momenti. E ho anche scoperto che due tavoli che ci sono lì che io trovo stupendi li ha costruiti mio nonno paterno. Prima o poi saranno miei. 









mercoledì 16 ottobre 2013

La casa che vorrei #1

Una nuova rubrica! La casa che vorrei…
Vi proporrò varie foto, una per ogni stanza. La foto di una cucina, di un soggiorno, di una camera da letto, di un bagno e così via…che non fanno parte di una casa esistente, ma che vanno a comporre la casa che, appunto, vorrei.
Ieri è stata per me una giornata infinita. Ho assistito al mio primo vero shooting fotografico di una casa, di cui spero di parlarvi il prima possibile. Mi sono divertita tantissimo, ma mi sono stancata altrettanto. Sono andata subito dopo alla  mia prima lezione di fotografia e alle dieci di sera, terminata la lezione sono andata a cena da amici. Sono tornata a casa in mille pezzi. Oggi quindi ho bisogno di relax ma anche di  colori che mi trasmettano energia, come quelli di queste immagini che vi propongo.  Godetevi le foto e ditemi cosa ne pensate di questa prima casa che vorrei. Buona giornata!





Immagini e fonti le potete trovare sul mio account Pinterest

lunedì 14 ottobre 2013

I miei pin #radiators

Io non ve lo vorrei dire, ma non è colpa mia. In Sicilia c’è ancora caldo. Anche se la notte mi copro con il lenzuolo. Ma io penso a voi amiche, a voi che sentite già freddo. E il vostro freddo inevitabilmente mi fa pensare a meravigliosi camini, ad un tè caldo davanti al fuoco… che immagine confortevole! Ma ahimè c’è chi il camino non ce l’ha. Molti hanno i comuni termosifoni. C’è chi non ha nemmeno quelli. Fino a qualche anno fa qui in Sicilia moltissimi non ne avevano, ed in effetti non ce ne sarebbe poi così tanto bisogno. Ma è sempre bene adattarsi alle comodità. C’è da dire però che il termosifone non ha lo stesso fascino del camino, ma neanche un po’. Eppure questo strano oggetto che rompe l’armonia di casa nostra può anche essere un oggetto di design.

Ecco a voi alcuni esempi:









E se il design non te lo puoi permettere o non ti interessa di certo li puoi personalizzare così:



Insomma, se niente di tutto ciò vi interessa, ma volete solo scaldarvi, potete optare per una trasformazione radicale del vostro calorifero.



Immagini e fonti potete trovarle nella mia board di pinterest


sabato 12 ottobre 2013

Iniziative della settimana

Come avrete notato sono molto attiva in questo periodo con il blog. Tranquilli, arriverà anche il periodo in cui non vi romperò le scatole così tanto!
Ne approfitto del sabato per fare un riepilogo delle iniziative a cui ho preso parte questa settimana.
Non sapevo dell’esistenza dei link party. Ne avevo sentito vagamente parlare, ma non me ne sono mai interessata. E invece ho scoperto essere un bel modo per conoscere nuovi blog, e devo dire che ce ne sono tantissimi e molto interessanti, e anche per farsi conoscere. Così che ho preso parte al party link di Kreattiva e al party link di Calendula e Camomilla.

      create

Le iniziative di questa settimana non sono finite qui.
Tra i blog che seguo c’è Mostracci. Ho letto il contest che ha indetto senza intenzione di volerci partecipare. E invece appena ho finito di leggere ho disegnato un terribile mostro. E ho avuto anche il coraggio di inviarglielo! Fatto ciò sono certa di non vincere.




Ultimo ma non ultimo, mi gratifica molto aver ricevuto un premio da  Quando Veg te l'aspetti . Non partecipo alla catena, ma voglio segnalare il suo blog. Per chi è vegano, vegetariano o comunque per chiunque ci sono delle ricette gustosissime, contro chi pensa che mangiare vegano sia triste.

Buon fine settimane. A me tocca raccogliere le olive!

venerdì 11 ottobre 2013

Un tocco di nero

Un tocco di nero tra colori pastello o a contrastare il candido bianco. Questo nero mi sta conquistando.









Immagini e fonti le potete trovare sulla mia board di Pinterest.