venerdì 28 giugno 2013

Londra #2 - Richmond - Petersham Nersuries


Secondo e ultimo post su Londra. Il terzo giorno mia sorella e mio cognato ci portano a Richmond, precisamente a Petersham Nersuries. Vedevo gli occhi di mia sorella brillare e quelli di mio cognato piangere per la disperazione. Non capivo che cavolo fosse questo posto. Scendiamo dalla macchina, percorriamo un vialetto stretto stretto e vedo mia sorella che appena arriva davanti ad un posto inizia subito a scattare foto. Ci sarà qualcosa di magnifico! Vado avanti e cos'era? Una serra. Una serra? Mi hai portato in una serra? Bah. E invece la sorpresa. Era sì una serra, ma non una qualunque! Non smettevo di fotografare. E all'interno della serra c'era pure un bar e un ristorante (credo inavvicinabili per i prezzi, non ho osato nemmeno chiedere). 
Richmond,invece, come molte di voi sanno, è una zona molto bella di Londra, con delle villette di tutto rispetto e  molto tranquilla. Niente male. Suggerisco a mia sorella di comprare casa là, se mai un giorno dovrà fare un acquisto. Con la depandance, è ovvio, per me.












giovedì 27 giugno 2013

Londra per i bambini


Siamo tornati tre giorni fa da Londra. Io e Diego. Io e mio figlio. Ci siamo dedicati cinque giorni solo per noi due. Sono partita in realtà con il cuore a pezzi per aver lasciato ai miei genitori la piccolina, ma portare anche lei sarebbe stato un bel po’ più complicato. Ma lei è stata bene ed è stata brava dai nonni. Orgogliosa della mia donnina.

Una vacanza all’insegna dei bambini. Londra l’ho vista più volte, non avevo bisogno di vedere i classici posti turistici. Ma  un posto turistico non potevamo proprio saltarlo: il Natural History Museum, Diego ama i dinosauri ed era dovere portarlo lì ed è stato bellissimo vedere la sua faccia meravigliata ad ogni scheletro che vedeva. Continua va a dire “Ragazzi, guardate là!”. Alla fine era distrutto. Io e lui siamo abituati a non usare le gambe. Andiamo ovunque con la macchina, lì abbiamo camminato tantissimo. Ci addormentavamo alle 21 a pezzi.

Con la zia Anna Lisa


Si è identificato con i dinosauri
Gli zii stremati
Il premio finale!

Il secondo giorno siamo andati al Diana Memorial Playground che si trova all'interno del bellissimo Kensington Gardens,(parco contiguo ad Hyde Park) dove c’è un’area dedicata ai bambini che sognano di essere pirati. C’era infatti la nave dei pirati, un fiume, un coccodrillo in pietra, tende, forzieri e bambini vestiti da pirati. Bellissimo, mi sono divertita pure io. Lì i bambini stanno a piedi nudi in mezzo all’acqua mentre io stavo con il giubotto. Quando una bambina ha schizzato l’acqua in testa a Diego istintivamente ho urlato OOOuuuuhh!, italiana tamarrissima. Dopo che mi hanno guardata male un po’ di mamme e tutti i bambini ho deciso di alzare le maniche della maglia di Diego e di togliergli i calzini pregando chiunque avesse potere di non fargli venire la bronchite!








Un altro giorno invece siamo andati allo Zoo, dentro Regent’s Park. Peccato che siamo arrivati lì che eravamo già troppo stanchi, però siamo riusciti lo stesso a visitarlo quasi tutto. A me non piacciono gli zoo, perché trovo innaturale che gli animali stiano lì, però capisco che ai bambini piacciono e infatti, anche in questa occasione Diego si è divertito, soprattutto quando ha visto le scimmiette giocare e farsi i dispetti!








Gli altri due giorni ci siamo un po’ rilassati, abbiamo fatto finta di essere londinesi. Io e Diego siamo andati a fare la spesa, una passeggiata da soli, proprio come se vivessimo là e ce la siamo cavata bene. Potremmo anche trasferirci…scherzo! io non sono esterofila, neanche un po’! Però avere una sorella a Londra è bello e spero che mio figlio da grande andrà a trovarla spesso, se vorrà.
Ho cercato di essere breve, ma vedo che non ci sono riuscita. Nel prossimo post vi racconterò della nostra gitarella a Richmond.

venerdì 21 giugno 2013

A casa di...Annalisa

Ed eccomi qui, direttamente da Londra, direttamente dalla casa di...Annalisa, che molte di voi conoscono tramite il suo blog www.myapplemarketplace.com, ma non tutte sanno che è mia sorella.
Ed è la sua casa che vi voglio presentare per la mia rubrica A casa di...rubrica che ho inaugurato con la casa di Ilenia.

La casa di Annalisa si trova davvero a due passi da...tutto! Basta prendere la metro o uno dei cento bus che passano sotto casa sua che arrivi ovunque tu voglia. Vicina al fiume, a Chelsea e a Richmond (seguirà un post specifico). E cosa non meno importante sotto casa sua c'è...Top Shop!
Vive in Inghilterra da tre anni, e dopo una parentesi di due anni  in cui ha vissuto con suo marito, english man, a Bournemouth è tornata a vivere in questa stupenda città dove però si cammina troppo per i miei gusti.
La sua casa mi ha lasciata a bocca aperta, è bellissima e le foto di certo non le rendono giustizia. Il suo amore per l'arredamento e i dettagli c'è tutto e si vede. Lascio parlare le immagini e spero che la casa vi piaccia.

La cucina con affaccio su un giardino incantato









La camera degli ospiti/studio


La camera da letto



La sala



Ferma porta