mercoledì 15 maggio 2013

Se un giorno a Roma...incontri un Amico


Iniziare la settimana da Roma è stato energizzante! Il primo giorno ho avuto un corso di formazione abbastanza noioso, però è stata l’occasione per conoscere meglio i colleghi e scoprire quanto è falsa la lei che un giorno disse al mio direttore “bella da dietro la tua assistente”, riferito a me. Ho ricevuto tanti complimenti per la mia eleganza, ma consapevole del fatto che dietro avranno detto “Ma si è vestita per un matrimonio?”. Ovviamente no, avevo un tailleur nero e una maglietta cipria tutto made in H&M. Ma loro lo avranno detto di sicuro. In questi casi, buon viso a cattivo gioco, anche se non mi piace giocare così, ma nel mondo del lavoro ho capito che talvolta per la tua sopravvivenza è necessario.
E invece ieri io ero libera, non avevo un corso così sono andata in giro per Roma con un amico che non è un semplice amico, è un fratello che amo alla follia, da sempre, dal primo giorno che lo vidi seduto dietro di me al primo anno di liceo scientifico. E dopo 18 anni di amicizia quando ci vediamo è sempre una gioia immensa, e non ci vedevamo da più di due anni, ahimè!
Abbiamo camminato tanto, ma soprattutto abbiamo parlato tantissimo, io soprattutto. Gli ho raccontato di progetti e di sogni, di guai e di gioie, senza mai stancarmi. Ci siamo confrontati e ci siamo dati forza, con la promessa come sempre di vederci presto, e con la consapevolezza che ci vedremo chissà tra quanti anni. Oggi indosso una maglietta fatta da lui, ideata e cucita dalle sue mani. Ed è stupenda. E io sono felice. 

2 commenti:

  1. Queste amicizie sono rare e preziose più di ogni tesoro. Fortunatissimi entrambi ^_^

    RispondiElimina
  2. Che bello, le mie amicizie a distanze sono piano piano sempre andate in degrado... Tienitelo stretto!

    passa da me, sei stata nominata!

    RispondiElimina