martedì 23 maggio 2017

Stagione "mare"

Io ve lo dico! Sabato scorso ho inaugurato la mia stagione "mare". Ok, il bagno io non l'ho fatto, ma i miei figli sì! E vi dico anche questa... è stato stupendo. Vorrei che fosse estate sempre.
Ma so che molti di voi il mare lo vedono poco, mi dispiace. E allora ho pensato di regalarvi qualche immagine, così, per sognare di martedì!
Nel frattempo io sto organizzando una cosina per ottobre, ve ne ho un po' parlato qui. Faccio un passo avanti e due indietro, la voglia mi spinge, la paura mi frena. Ma arriverò al traguardo, eccome se ci arriverò!
Ci sarete voi a sostenermi, no?
Anche perchè è una cosa bellissima fatta per voi.

Intanto rilassiamoci con queste immagini prese da Pinterest. Non vi regalano emozioni bellissime? 





venerdì 19 maggio 2017

Parete a vetri.

Se c'è una cosa che mi fa soffermare ultimamente davanti ad una rivista di arredamento è la vetrata.
Mi incanta e ovviamente la vorrei. La metterei tra la cucina e la sala. L'unico dramma sarebbe lasciare la cucina sempre perfettamente in ordine, ma forse potrei farcela.
Ero nota all'università per il disordine della mia camera, ma... le cose cambiano e sì, sono diventata ordinata, quasi maniaca, quasi. 
Diciamo che ci sono giorni in cui non me ne frega niente e giorni in cui rischio di creare un solco sul pavimento per tutte le volte che faccio avanti e indietro tra tutte e stanze per ordinare e pulire!
Vi mostro qualche parete a vetri. Vi piacciono?









Tutte le immagini sono state prese da Pinterest.

Che dire? Nella mia casa dei sogni la vetrata ci sarà!
A voi auguro un bel fine settimana, come lo desiderate voi, che vi faccia sorridere più di un po'!
Ale

mercoledì 17 maggio 2017

Ricarica.


Oggi stavo sistemando la sezione press del mio blog (ebbene sì, anche io sono riuscita a collaborare con qualche rivista, fatemi lucidare le unghie!) e non trovavo la foto di un articolo che riguardava appunto una mia piccola creazione pubblicata su Casa Facile (e non l'ho trovata) e scorrendo la pagina facebook, alla ricerca di questa foto, mi sono accorta di quanto poco ho scritto nel 2016 e di quanto tanto ho scritto tra il 2014 e il 2015. Tantissima costanza, belle foto, bei contenuti e mi volevo mangiare le mani (sì quelle di cui poco fa mi lucidavo le unghie) per aver perso quel ritmo. Avevo un buon numero di seguaci, tutte molto attive, tante idee e tanto entusiasmo.
E' vero, nel frattempo sono cambiate parecchie cose nella mia vita e sarebbe stato davvero impossibile mantenere quel ritmo, primo fra tutti è cambiato il mio tempo a disposizione, e poi non ho proprio avuto quella serenità che mi permettesse di seguire come un tempo il blog.
Ma adesso le cose stanno nuovamente cambiando, mi sento nuovamente pronta, sicuramente cambiata, maturata e probabilmente anche con interessi differenti, seppur affini. 
Diciamo che facciamo finta che sono stata in ricarica come un cellulare. Adesso ho la batteria carica!
Insomma, dai, non è mai troppo tardi per ritrovare la verve di una volta, però ammetto di sentirmi un po' un pesce fuor d'acqua. 
Ma se ho imparato una cosa in questi ultimi due anni è che non bisogna rimuginare altrimenti vengono più rughe e l'età non è più dalla nostra, cioè dalla mia, per cui, bando alle ciance!
Da oggi prometto costanza, belle foto, buoni contenuti, interessanti iniziative. Chi vuole può collaborare con me scrivendomi a questo indirizzo acasadialeblog@gmail.com, sarò ben felice di ricevere nuovi stimoli!

martedì 16 maggio 2017

Organizzare eventi


Sono giorni pieni, intensi.
Di attese, delle mie amiche (quasi) tutte incinte; di decisioni importanti da prendere, da subire o da imporre. Dipende il punto di vista. Attesa del workshop a Palermo che ho organizzato con Francesca Baldassarri.
La prima attesa di cui vi scrivevo sopra mi stimola più un sentimento di tenerezza, per i cuccioli in arrivo sì, ma soprattutto per le future mamme, piene di paura che mi ricordano me più di sette anni fa, che non avevo ancora molte amiche mamme con cui confrontarmi e le paure erano alle stelle!
La seconda attesa, quella delle decisioni, beh! Quella mi scatena un po’ di paure, per l’ignoto sicuramente.
L’ultima attesa è quella più piacevole, più soddisfacente a livello personale. Spero che il workshop vada bene perché mi dia la voglia di organizzarne altri, magari a Catania, dove la logistica mi viene più semplice.
E a dirla tutta su carta ho già pronto un bel workshop di due incontri, due weekend ciascuno per il prossimo Ottobre.
Non posso nascondere che l’organizzazione di eventi sia una mia passione, ho studiato proprio a tal fine, università e master, direi che è giunta l’ora di mettere in pratica, no?
Quindi ho pensato, senza svelarvi per ora nomi e date di raccontarvi come mi sto muovendo in tal senso.
Per prima cosa ho pensato a chi poter ospitare come docenti del corso. L’idea è sempre quella di                            volgere uno sguardo all’artigianato e alle aziende in proprio. In questi anni di crisi economica sempre più si sono fortificate le professioni artigianali, e di qualità ce n’è davvero tanta, quindi perché non ricavarne denaro da cotanta abilità?
Ma ovviamente le abilità non bastano, occorrono anche le competenze, in questa era così tecnologica e così diversa dal passato fatto solo di negozi fisici. Si guarda avanti e si guarda al mondo 2.0.
Una volta scelta una rosa di nomi di docenti, ho pensato alla location. E ho pensato, ma perché pagare fior fiori di quattrini per il posto, quando io ho a casa mia una sala ampia e con vista mare?
Ci entrano  fino a 18 sedie, che si tramuteranno quindi in posti disponibili e direi che può bastare!
Vi ho dato un assaggino di ciò che sto combinando in questi giorni.
Continuate a seguirmi, così oltre a svelarvi pian piano che corsi organizzo, vi racconto anche come sto organizzando.
Nel prossimo post per esempio, vi parlerò di come ho stabilito il costo per ogni partecipante.

Adesso vi mando un abbraccio e vi auguro un buon proseguimento in tutto ciò che state facendo!

giovedì 13 aprile 2017

Workshop a Palermo: Racconta il tuo brand handmade

Ve lo avevo anticipato qualche settimana fa. Sono molto felice di questo progetto di cui vi sto per parlare, perché in Sicilia c’è sempre poco, gli eventi belli per l’artigianato sono spesso al nord, e qui sembriamo sempre troppo distanti da tutto.
Il 27 Maggio si terrà a Palermo un workshop di Francesca Baldassarri, che aiuterà gli artigiani a raccontare al meglio il proprio brand, a descrivere nel modo giusto e accattivante i prodotti.
Ho pensato di ospitarla in un’antica dimora nel cuore della Vucciria e spero di fare felice le artigiane palermitane.
Vi lascio il link dove potete approfondire i moduli del workshop e poter acquistare i biglietti entro il 25 aprile.

Spargete la voce e spero di conoscervi a Palermo!

lunedì 27 marzo 2017

Fiori da parete. Tutorial

Avevo un tutorial conservato e mai pubblicato. L'ho scovato ieri mentre facevo le pulizie di primavera al computer.
E il tutorial casca a pennello con la stagione corrente.
Ricordo di aver preso ispirazione da un tutorial di Bubbles before bed,  mi perdonerà Lucia, ma non trovo il link al suo tutorial che era una ghirlanda.
Perfetta per una decorazione da parete, magari potreste anche incorniciarla.
Ma procediamo passo per passo.

 
Occorrente:
-spugna per decorazioni floreali;
- filo di alluminio da 1mm;
- glitter, in polvere o spray;
- colla;
- pinza:
- tronchesina;
- washi tape;
- coltello;
- formine per biscotti.

Con un coltello tagliare due fette di spugna da 1 cm.


 Con una formina per biscotti sezionate tanti fiori quanti ne desiderate.


A questo punto, se avete la colla glitter non vi resta che cospargere di glitter il fiore, se invece avete i glitter in polvere come me, spalmate un po' di colla vinilica sul fiore e poi coprite con il glitter.


Adesso prendete circa 20 cm di filo di alluminio e arricciate la parte iniziale a forma di spirale con l'aiuto della pinza. 
Poggiate la spirale sul fiore ed esercitate una leggera pressione in modo che si incastri all'interno della spugna.


E infine poggiate i vostri fiori alla parete e fissateli con dei washi tape colorati.
Et voilà!


Non avete l'occorrente a portata di mano? Potete acquistarlo nei link che vi suggerisco e rimandare il tutto alla prossima settimana, quando vi arriverà tutto a casa.

- Colla glitter: http://amzn.to/2o5FkYR
- Spugna per decorazioni floreali: http://amzn.to/2oj5ExR
- Filo alluminio argento: http://amzn.to/2oj3SwN
- Set pinza e tronchesina: http://amzn.to/2njLxQV
- Washi tape: A casa di Ale shop

E adesso non vi resta che augurarvi buona creatività! 
Ale

venerdì 24 marzo 2017

Libri da regalare ai bambini




Io non amo regalare tanti giocattoli ai miei figli. Sono un po’ rigida in questo. Mi piace che abbiano un concetto del ricevere i regali solo in determinate giuste circostanze: compleanno, natale, fine anno scolastico. E mi piacerebbe che fosse un concetto assodato anche per i nonni, ma purtroppo non sempre è così. Questo comporta che i bambini chiedano sempre, ottenendo quasi sempre (non da me) ciò che desiderano. Cosa che reputo altamente diseducativa.
Allora non potendo fermare la catena a monte cerco di bloccarla a metà. Motivo per cui i miei figli hanno della regole. Per esempio, si gioca con giochi elettronici (nintendo, tablet…) solo dopo le 19 di sera, fino all’ora di cena, in genere tre quarti d’ora.
Con la playstation solo nel week end.
E cosa si fa nelle altre ore? Si gioca con la fantasia! Cerco di stimolarli sempre. Non partecipo direttamente, avendo sempre mille cose da fare, ma gli do spunti. Colorate, costruite, inventate storie, leggete.
Ecco, la lettura. I libri sono l’unica cosa che compro al di là che ci sia o meno una ricorrenza.
Gli ultimi due libri acquistati sono stati un successo. Apprezzatissimi dai miei figli e  anche da me.
Da comprare anche se non si hanno figli, anche se si è anziani. Da comprare e basta. Per regalarlo agli altri, ma anche a se stessi.
Noi ne leggiamo tre o quattro di seguito e di quelle che ci appassionano di più cerchiamo approfondimenti su internet, youtube, wikipedia…
Per chi ancora non l’avesse fatto, beh correte in libreria oppure potete comprarlo cliccando qui


Un altro libro che ho comprato ultimamente è 101 cose da fare prima di diventare grande.
È piaciuto tantissimo ai miei figli, lo abbiamo sfogliato tutto e qualcosa abbiano iniziato a farla. Tante cose io da piccola le ho fatte, ed è bello vederle scritte e spiegate.

Questo libro ha dato risposta alla temibile domanda “Cosa faccio? Mi sto annoiando!”, “Prendi il libro che ti ho regalato!”.
Potete comprarlo cliccando qui.
E voi che libri avete da suggerire?